Notizie sulle finalità della confraternita

L’atto di fondazione del 1716 non fa riferimento alcuno alla festa della patrona che rimane tuttavia la manifestazione più importante del sodalizio.
Gli atti della compagnia in data 29/6/1834 deliberano di assolvere i maddalenanti dall’obbligo di celebrare una messa in suffragio dei confratelli defunti.
Si eleggono annualmente nei giorni di S. Pietro e Paolo un Contestabile ed un vice contestabile.
Ed ora anche una Contestabilessa ed una vice Contestabilessa.
Dal passato Taggia trae la forza e l’amore per perpetuare nella tradizione la Compagnia di S. Maria Maddalena del bosco che è ufficializzata in Taggia il 2/7/1716, dall’atto rogato Giò Valentino Anfossi.


Calendario

Terza domenica di luglio.


Gli scopi

Il suffragio dei fratelli defunti e l’accompagnamento al cimitero (Art. 1) vedi modifica del 29/6/1834 che li assolve da questo impegno.
Dal giornale di Genova del 30/7/1936 dice “Quest’anno per una gentile innovazione, apportata allo statuto del sodalizio insieme ai due soliti dignitari figuravano in più una Contestabilessa ed una vice Contestabilessa cioè Colombetta Pastorelli e Luigina Pastor”.
L’emblema della compagnia è rappresentato dallo stendardo con l’effige della Santa.


Curiosità

S. Maddalena del BoscoLo statuto della compagnia, (cosi’ si dice) che nessuno che sia astemio o soffra di disturbi gastrici non possa farne parte!!

È vero?


Enkel